Lug 22
2010

Optical cake

Avevo in testa quest’idea da tempo, penso di aver visto qualcosa di simile in rete, ma non avevo riferimenti precisi, ho provato, ho sperimentato ed è riuscito.

optical2
I colori non sono proprio vivaci, in fase di cottura si sono sbiaditi un pochino, ma l’effetto cromatico è notevole.
I coloranti per alimenti biologici, derivano da vegetali; oltre a colorare aromatizzano l’impasto: il sapore è molto particolare.
Ho trovato i colori nel negozio bio di fiducia, non ho utilizzato il colore giallo per due motivi: il primo, sicuramente più importante, non deriva da vegetali, il secondo non era necessario, l’impasto al naturale è giallo.
La  bustina che ho acquistato conteneva il rosso, verde e giallo.

Ingredienti:
150 gr di farina di riso
100 gr di farina di miglio
80 gr di maizena
1 bustina di lievito
150 gr di zucchero di canna
250 ml di latte di soia
1 tazzina da caffè di olio di semi
coloranti per alimenti bio
cacao in polvere

Procedimento:
La prima fase più importante: pesare la ciotola che utilizzerete  per preparare il composto; scrivere il peso: servirà per poter suddividere l’impasto in quattro parti.
Setacciare le farine e il lievito nella ciotola, aggiungere lo zucchero, l’olio e il latte necessario per formare un composto corposo.
Non tenere l’impasto  troppo fluido, se necessario allungare un poco dopo aver aggiunto il colorante.
Suddividere l’impasto in quattro ciotole, cercando di essere il più precisi possibili.
Colorare rispettivamente di rosso, verde e marrone; il composto al cacao andrà sicuramente ammorbidito. Miscelare, amalgamando bene il colore.
La quarta parte ovviamente rimarrà gialla.
Con molta pazienza, versare al centro della teglia due cucchiai di impasto (io ho iniziato dal cacao), poi proseguire con due cucchiai di un altro colore. Sempre al centro del colore versato in precedenza. Alternare i colori versando sempre due cucchiai.
Non è difficile, richiede solo molta pazienza.
La mia sequenza è stata: cacao, verde, rosso, bianco.
Cuocere in forno caldo a 180° per 30 min. circa (prova stecchino) , utilizzare una teglia da 18 cm di diametro.

Per chi ama l’abbinamento menta-cioccolato, può sostituire il colorante verde con sciroppo alla menta: attenzione lo sciroppo allunga molto l’impasto, sarà necessario aggiungere un pò di farina. (mio marito non gradisce, ma vi assicuro che con lo sciroppo è buonissima).
Nei dolci preferisco utilizzare farine senza glutine, ma è  possibile cambiare le farine secondo il proprio gusto personale.
Pubblicato su Veganblog il 22.07.2010

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

11 risposte a “Optical cake”

  1. […] nasce dalla mia Optical cake: questa torta l’ho fatta diverse volte, ogni volta è un successo. E’ arrivato il momento di […]

  2. Niki ha detto:

    Anche questa è da provare… ed è stupenda solo a vedersi…!
    Complimenti! 🙂 🙂

  3. Niki ha detto:

    Infatti… 🙄 non sono certa di riuscire a prepararla bella come la tua… ma quando ho l’estro ci provo… è troppo bella!
    Quale farina mi consigli al posto di quella di miglio? Non mi piace molto, sento sempre un retrogusto amaragnolo… 🙁
    Adoro la saracena e quella di farro… 🙂

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Hai ragione la farina di miglio spesse è amarognola, ma si deteriora facilmente, andrebbe macinato al momento, puoi usare farina di saraceno e mais sostituendo totalmente le due farine previste, in questo caso 2/3 di saraceno e 1/3 di mais, oppure le tre farine riso, saraceno e mais

  4. Niki ha detto:

    Opterò per le tre farine come dici tu… grazie mille… 😉

  5. Niki ha detto:

    Certo, appena la farò non mancherò ??
    Ma come faccio, dove la mandò?? ?

  6. Niki ha detto:

    Allright! Grazie…
    Felice settimana Felicia… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.