Lug 13
2012

Aspic in fiore

Era da tempo che volevo farlo, stavo proprio aspettando gli ortaggi adatti, volevo colore e sapore.

aspic-020
La preparazione non è difficile, anzi è estremamente semplice, ci vuole solo un poco di pazienza.
Ho voluto realizzare l’aspic con lo scopo specifico di proporre un piatto bellissimo ed originale da offrire, ma utile e comodo da trasportare.
In questo periodo ci concediamo spesso gite fuori porta: pic-nic e scampagnate; l’aspic è perfetto: l’agar agar conserva gli ortaggi, si scioglie a 60° quindi è in grado di sopportare anche eventuali sbalzi di temperatura.
Basta una piccola borsa termica…. e anche su un prato o in spiaggia possiamo gustare un fresco e semplice contorno trasformabile in un piatto unico, basta variare di poco la ricetta.
Vi rimetto i miei ingredienti e le mie dosi, possono servire come riferimento, questi aspic si possono confezionare con gli ortaggi che preferite e dare libero sfogo alla fantasia.

Ingredienti:
4 zucchine piccole
8 fiori di zucchine
1 zucchina grande
2 carote
dado vegetale
2 cucchiaini di agar agar
sale grigio di Bretagna, salsa di soia (tamari), coriandolo in polvere

Procedimento:
La prima operazione è preparare gli ortaggi: lavare tutte le verdure, cuocere a vapore le zucchine intere (pochi minuti) al dente, ho preferito cuocere brevemente gli ortaggi per renderle morbide ma ancora consistenti, volevo una preparazione dalla consistenza cremosa.
Tagliare la carota a nastri e cuocerla per pochissimi minuti a vapore.
Preparare un brodo vegetale con ½ litro d’acqua, aggiungere un goccio di salsa di soia per insaporire e colorare il brodo.
Stemperare due cucchiaini di agar agar in poco brodo e unirlo al rimanente.
Far bollire per qualche minuto, mescolando ogni tanto.
Sulla superficie si forma la schiuma, quando scompare l’agar agar è sciolto completamente.
Tagliare a rondelle le zucchine piccole.
Frullare la zucchina grande e parte delle carote che non utilizzerete per la preparazione.
Versare il purè di ortaggi in una padella, insaporire, unire un mestolino di brodo e far addensare qualche minuto.
Lavare delicatamente i fiori di zucchine, eliminare il pistillo.
Ora si può procedere ad assemblare gli aspic.

Ho utilizzato due contenitori di plastica con coperchio (quello dello yogurt di soia).
Versare sul fondo poco brodo e far rapprendere leggermente in frigorifero.

Posizionare i fiori di zucchina incrociati sul brodo.

Coprire con qualche rondella di zucchina.

Versare poco brodo e ricoprire il tutto, posizionare le rondelle di zucchina lungo il bordo del contenitore, proseguire con i nastri di carota, riempiere con la purea di ortaggi, assestare smuovendo il contenitore e battendolo sul piano di lavoro, ricoprire con il brodo, terminare con altri due fiori di zucchina e le rondelle.

Assestare nuovamente e ricoprire con il brodo sino a superare di pochi millimetri il livello degli ortaggi.

Far riposare in frigorifero qualche ora.

Per servire basta capovolgere il contenitore sul piatto di portata; se l’operazione dovesse presentare qualche difficoltà si può immergere il fondo del contenitore in acqua calda per qualche istante.

Consiglio di estrarre dal frigorifero almeno 30 min prima di servirlo.

Oltre ad essere molto coreografico è appagante, rimane in forma anche mentre si gusta, il cuore tenero e morbido si armonizza perfettamente con gli ortaggi leggermente al dente, la gelatina oltre a proteggere il prodotto è buona e gustosa.

Mi sono divertita a confezionali ma molto di più a gustarlo!!! Perfetto come pasto d’asporto….

L’ultima immagine….. suggestiva

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

21 risposte a “Aspic in fiore”

  1. lacucinadellacapra ha detto:

    troppo forte l’idea dell’aspic da picnic! Poi l’agar agar è così versatile che stimola moltissimo la fantasia! Buona giornata cara!

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima!!!!! hai ragione l’agar agar è forminabile, lo considero il mio amico fidato!!!! Buona serata a te….. ormai la giornata è finita 🙂

  2. Camiria ha detto:

    Stupendo, mi piace soprattutto l’interno… Ma anche la parte esterna dell’aspic è stupenda… Così colorata… Meraviglioso davvero!
    Una ricetta delicata, fresca e leggera… FANTASTICO!!! Bravissima Feli!!!!

  3. ravanellocurioso ha detto:

    fantastico … mi piace molto l’idea del cuore cremoso! PS: Appena ho visto l’aspic, mi son detta: mi sa che io e Felicia ci mangiamo gli stessi yogurt ??? Io ho la casa invasa da quelle formine :-D! Complimenti cara, sempre post molto curati e ben presentati. PS: in bocca al lupo per il contest.

    • Felicia ha detto:

      Grazie mille carissima…… sto meditanto per il tuo contest!!!! arriverà una ricettina anche per te 😛 Lo yogurt non lo mangiamo lo utilizzo per autoprodurmi altro yogurt. 1 confezione 1 litro di latte di soia il risultato 7 yogurto e 1/2 di bontà….. risultano cremosi e densi!!!!!

  4. Lo ha detto:

    ma che bello…si mette gioia davvero e regala fresco…oso troppo se ti chiedo di portare questa tua ricetta a Salutiamoci??? proprio questo mese l’ingrediente è la zucchina ..dai pensaci 🙂

  5. sara ha detto:

    Confesso di non aver mai mangiato un aspic, la gelatina mi fa un po’ impressione….ma se la ricetta arriva da te, vado sul sicuro e la provo!!

    • Felicia ha detto:

      La gelatina quella classica (di origine animale) non mi è mai piaciuta, anzi…. proprio come a te mi faceva impressione, l’agar agar è diverso, non è così viscido e traslucido….. ha una consistenza diversa, sempre gelatina ma la sensazione è completamente diversa……. anche in questa versione al naturale, è piacevole 😛

  6. Katy ha detto:

    Feli, è meraviglioso! Elegante e semplice…il top! 🙂

  7. Barbara ha detto:

    anche a me la gelatina fa un po’ impressione…è un retaggio (sbagliato) che mi porto dietro da quando mi obbligavano a mangiare il pollo al limone ricoperta di gelatina -.-‘

    però però però…bisogna mica superare i traumi???? e allora quando lìvorrò farlo, proverò questa. Bravissima Feli 🙂

    • Felicia ha detto:

      Hai ragione carissima, quando sarà il tuo momento la proverai…… io ho superato l’ostacolo della gelatina, odiata da bambina…… non so se è dovuto alla differenza di gelatina (animale/vegetale) ma ora mi piace, ovviamente come ingrediente a se non soddisfa, ma come in questo caso, insieme agli ortaggi e confezionata curando gli aromi è perfetta!!!!

  8. Luby ha detto:

    Wow!!!!!!!
    Troppo carini!!!!!
    Sei grande Feli!!!!

  9. Chicca66 ha detto:

    Uaoh! Troppo bella questa aspic 🙂 Davvero originalissima, scenografica da proporre per ospiti speciali 😛 😉

    • Felicia ha detto:

      Per gli ospiti speciali è perfetta….. ma non solo, anche per essere gustata in famiglia, con il maritino 🙂 (è il mio ospite speciale!!!!)

  10. violetta ha detto:

    mi unisco a tutti i complimenti che ti hanno fatto! Questo aspric è fantastico…a me la gelatina mi fa impazzire!! Scusa la domanda come fai a autoprodurre lo yogurt vorrei provare anch’io a farlo in casa, Grazie e ancora tanti tanti complimenti per questa preparazione!

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima…………. sei gentilissima 🙂 per lo yogurt utilizzo la yogurtiera; 1 litro di latte di soia non zuccherato ed 1 vasetto di yogurt di soia. Miscelo accuratamente e distribuiscono nei vasetti in dotazione. 12 ore nella yogurtiera e il risultato è perfetto…. anzi, ottengo uno yogurt compatto, cremoso, sodo….. fantastico. Oltre a 7 vasetti in dotazione riesco a produrne ancora 1/2 al secondo giro. Se usi lo yogurt è una piccolissima spesa che conviene, Fausto mangia 1 vasetto di yogurt al giorno, io lo utilizzo spesso in cucina, in questa stagione vegrino ecc……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.