Ago 24
2012

Pesto di basilico nero

Fausto mi ha fatto una sorpresa, sa quanto mi piacciono le novità e gli ortaggi inusuali, ha giustamente piantato il basilico nero.

pesto-di-basilico-nero-046

Appena l’ho visto, ho esclamato: Che bello!!!! Con questo ci faccio un super pesto…..
Ho aspettato che crescesse e alla prima occasione mi sono messa all’opera.
Frullatore in mano, e vai di pesto.

pesto-di-basilico-nero-020
Ho dimenticato di indossare i guanti usa e getta…. Il risultato:  le mani nere per un paio di giorni, la prossima volta mi attrezzerò meglio.
Nel pesto unisco sempre un ortaggio fresco, la trovo un’ottima soluzione per utilizzare poco olio, il pesto diventa corposo e morbido, in questo caso c’era anche una seconda motivazione: anche se il basilico nero è più delicato rispetto a quello tradizionale, il suo aroma era comunque molto forte, unendo una piccola zucchina, ho schiarito leggermente il pesto e stemperato l’aroma.
Il risultato è ottimo, un buonissimo pesto, corposo e cremoso.
Perfetto sulla pasta ma non solo, io lo trovo ottimo sul riso basmati integrale lessato….. gli regala un sapore unico.

Ingredienti:
1 grande mazzetto di basilico nero
una piccola zucchina 80-90 gr circa
qualche goccia di succo di limone
2 cucchiai di semi di girasole
qualche cristallo di sale grosso integrale
poco olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Le dosi sono indicative, possono variare a secondo del vostro gusto personale e della quantità di basilico utilizzata.
Ho indicato le mie come riferimento, ma vi invito ad assaggiare e regolarvi secondo le vostre preferenze.
In teoria il basilico non andrebbe lavato, basta passarlo foglia per foglia con un panno umido, sinceramente il mio era completamente foderato di terra, ho dovuto lavarlo, molto velocemente.
Asciugarlo, utilizzare le foglie e se ci sono i fiori; personalmente unisco anche i gambi teneri, quelli delle estremità superiori.
Inserire le foglie nel boccale del frullatore, unire qualche cristallo di sale grosso (il sale grosso favorisce la rottura delle foglie) poco olio extravergine d’oliva e frullare brevemente.
Unire la zucchina tagliata a fettine, i semi di girasole, qualche goccia di succo di limone e frullare il tutto. All’inizio la zucchina opporrà qualche resistenza ma dopo pochi istanti rilascerà l’acqua necessaria per amalgamarsi al basilico.
Assaggiare, aggiustare il sapore ed eventualmente unire ancora poco olio extravergine d’oliva per rendere il pesto bello cremoso.
Ritirare il tutto in un contenitore a chiusura ermetica e far riposare in frigorifero qualche ora prima di utilizzarlo.

Si può surgelare, lo faccio sempre, metà lo uso e metà lo surgelo, quest’inverno avrò il mio pesto pronto.

Le fotografie della pasta sono indicative, a pranzo Fausto ha gustato questi bucatini al pesto…. Graditissimi, semplici e gustosi.

Come dicevo,  io lo trovo ottimo con tutto, anche per condire gli ortaggi, o un cucchiaino nel passato di verdure…..
Il basilico nero mi è piaciuto tantissimo, il suo aroma è più delicato forse meno pungente.

Vi riporto il link che ho trovato, se volete soddisfare qualche curiosità in più!!!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

18 risposte a “Pesto di basilico nero”

  1. Arianna ha detto:

    Una bellissima idea, ottima la versione del tuo pesto!!!!

  2. Ale ha detto:

    Ma che bello questo basilico nero, non ne avevo mai sentito parlare … dev’essere proprio goloso! ^_^

  3. Elettra ha detto:

    Fantastico questo pesto… black !!!
    Devi assolutamente fare anche il mio – al prezzemolo – dei miei http://lacucinavegana.blogspot.it/2012/08/scialatielli-al-limone-di-sorrento-con.html , voglio sapere cosa ne pensi ! ;-D
    Un bacio, Ele.

    • Felicia ha detto:

      Mi piace pesto black!!!! come ti ho scritto proverò sicuramente il pesto al prezzemolo, mi incuriosisce troppo!!!!! ti farò sapere…. grazie sei gentilissima 😛

  4. lacucinadellacapra ha detto:

    Io adoro questo basilico, ogni anno ne coltivo sempre un po’, purtroppo quest’anno durante le vacanze con la siccità ha fatto una brutta fine…bella anche l’idea di aggiungere una zucchina per ridurre l’olio! Ciao!

    • Felicia ha detto:

      Da quest’anno lo coltiveremo sempre, ci è piaciuto tantissimo. Quest’anno la siccità ha reso difficile il raccolto anche a noi, la resa è stata decisamente inferiore. Speriamo nell’inverno 🙂

  5. Lo ha detto:

    avevo visto le piantine del basilico nero ma non pensavo avesse questa resa. L’idea di unire un ortaggio per renderlo più cremoso è davvero bella. Un abbraccio

  6. Attars ha detto:

    Oh ma che bello questo pesto!!E la dritta di utilizzare un ortaggio per rendere più cremoso il pesto ed utilizzare meno olio mi sarà utlissima!I!Idea geniale!

  7. xcesca ha detto:

    ma che bello liscio questo pesto!
    proprio quest’anno un amico mi ha regalato delle piantine di questo basilico (viola direi!) e ci ho fatto il pesto che mi è piaciuto molto nonostante il mio sia rimasto decisamente più grossolano (la qualità del frullatore conta, non c’è niente da fare).
    Il tuo con la zucchina è una meraviglia! Proverò anch’io la prossima volta!

    • Felicia ha detto:

      Non è solo la qualità del frullatore, il mio è un normalissimo frullatore, è proprio la zucchina che rende cremoso il pesto e ti aiuta a frullarlo meglio… prova vedrai 🙂 Grazie

  8. Camiria ha detto:

    Un colore davvero intenso, l’ho visto a Bolsena questo tipo di pesto, in uno dei tanti banchetti che vendeva piantine aromatiche… Basilico di ogni tipo, da quello greco a quello nero, idem per altre piante aromatiche… Anch’io sono amante degli ortaggi inusuali e delle erbe aromatiche stravaganti 😀
    Mi piace moltissimo, alla prossima occasione lo acquisto sicuro allora ^____^

    • Felicia ha detto:

      Sono certa che ti piacerà sicuramente!!!!! so che ami gli ortaggi inusuali e dimenticati……… è giusto riscoprire antichi sapori 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.