Ott 29
2012

Wurstel di Tofu

Molte blogger hanno pubblicato la ricetta dei Wurstel di tofu…

wurstel di tofu

…la prima ricetta che ho letto è di Note di cucina,  l’ho commentata cosi: Bellissimi………. anzi somigliano tantissimo ai cugini “cattivi” forse troppo…. Come te non amo e non cerco di ricreare i piatti onnivori, non ne sento la mancanza….. I wurstel originali li ho assaggiati un paio di volte da ragazzina, non mi sono mai piaciuti, ho provato una volta la versione vegan senza grande soddisfazione…… personalizzando l’impasto e gli aromi saranno più gustosi e saporiti.
La seconda ricetta l’ho vista da Ravanello Curioso nel commento ripetevo i concetti espressi nel precedente: Personalmente non amo particolarmente i wurstel, proprio perchè mi ricordano troppo la versione onnivora e non mi piacevano!!!! Li ho acquistati una volta li ho preparati per Fausto, proprio nel panino che hai suggerito tu!!!!! Era perfetto. La terza ricetta l’ha pubblicata Briciole di Cesca q.b.  e la mia curiosità aumentava…. Favolosi…….. li avevo visti dai coniugi Cabrini e sono davvero identici ai tradizionali…. mi sa che prima o poi dovrò provarli…., l’ultima ricetta che ho letto è della Cucina della Capra , ormai avevo le idee chiare… dovevo elaborare la mia versione e commentavo così la ricetta: Ok mi devo impegnare a creare i wurstel senza glutine…. dopo questa splendida proposta è inevitabile!!!! Belli e sopratutto gustosi…….
Come ho già affermato diverse volte, non amo le imitazioni, soprattutto di prodotti che non ho mai apprezzato nella versione originale, ma avevo già provato i wurstel di tofu confezionati e non mi avevo soddisfatto: troppo speziati.

La versione senza glutine non era ancora stata proposta, per me è stato inevitabile provare i miei personali wurstel senza glutine, ma soprattutto con le spezie e i sapori che preferiamo.
Il risultato è andato oltre le aspettative, ci sono piaciuti tantissimo….. il composto è buono, corposo, gustoso.
L’aspetto è spaventosamente simile ai wurstel tradizionali, ma il sapore fortunatamente no!!!

Ingredienti:
250 confezione di Tofu alla piastra
100 gr di farina di lenticchie
2 cucchiaini di farina di semi di carrube
pomodorini secchi 1 ½ (ammollati)
erba cipollina q.b.
una spolverata di maggiorana essiccata
1 cucchiaino di senape di Digione
sale affumicato q.b.
salsa di soia Tamari
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Il procedimento è decisamente semplice, in un robot da cucina inserire i pomodorini secchi strizzati e il tofu a pezzettini. Tritare, aggiungere la farina di lenticchie, la maggiorana, pochissimo sale e l’erba cipollina tagliuzzata. Tritare nuovamente, amalgamare gli ingredienti.
Assaggiare… aggiungere la salsa di soia, la farina di semi di carrube e l’olio extravergine d’oliva.
Tritare nuovamente e amalgamare con cura, aiutandosi con una spatola smuovere perfettamente il composto.
Assaggiare nuovamente per valutare il gusto e il bilanciamento degli aromi.
Estrarre il vostro composto dal robot, adagiarlo in un contenitore e farlo riposare in frigorifero per almeno 30 min.
Riprendere il composto, pesarlo per poterlo suddividere con precisione.

Nel mio caso sono riuscita a formare 8 wurstel da 50 gr l’uno. La dimensione standard, identici ai cugini.

Formare i wurstel e arrotolarli nella carta forno.

Chiudere i pacchetti a caramella…

ricoprire con carta d’alluminio per sigillare il pacchetto.

…. prima della cottura:

Cuocere a vapore per 25 min.
Far intiepidire e aprire i pacchetti.

A questo punto vi potrebbe capitare quello che è successo a me….. sono rimasta esterrefatta!!!!

Non pensavo di ottenere wurstel identici a quelli tradizionali, per un momento ho avuto qualche dubbio sull’eventualità di mangiarli…. Erano troppo uguali!!!!
I wurstel sono pronti…. Si possono gustare così al naturale, si possono utilizzare come ripieno per un gustoso panino, oppure si possono insaporire ulteriormente in padella.

Io ho scaldato una padella antiaderente con qualche grano di sale affumicato, ho fatto insaporire i wurstel prima esternamente, poi li ho tagliati a metà e li ho fatti dorare leggermente.

Li ho serviti con la salsa al finocchio e daikon tagliato a julienne, condito con l’acidulato umeboshi; per quanto riguarda il daikon consiglio di prepararlo almeno un paio d’ore prima, si può conservare senza problemi in frigorifero per qualche giorno.

Se il sapore dell’umeboshi dovesse risultare troppo forte, strizzatelo leggermente prima di servirlo.

Mi sono piaciuti gli abbinamenti: il daikon è piccantino e il suo gusto si sposa benissimo con i wurstel.

In famiglia sono stati apprezzati tantissimo, come ho scritto in precedenza i wurstel di tofu confezionati non sono stati graditi, i wurstel che ho confezionato hanno il gradevole sapore di lenticchie, ammorbidito dagli aromi. Risultano morbidi e corposi.

Fortunatamente hanno solo l’aspetto di wurstel….. ma il sapore è mediterraneo e tradizionale.
Chi non volesse confezionare i wurstel può tranquillamente cambiare forma, palline, polpette ecc…. il composto si può modellare come meglio si crede.
Io farò ancora i wurstel, la prossima volta li offrirò ad amici vegani….. ma anche ad onnivori senza nascondere gli ingredienti….

Durante la cena ho ripetuto spesso….. belli…. belli…!!! In effetti sono davvero molto belli e molto buoni!!!! Veder Fausto che li ha mangiati con gusto è stato un piacere, sono molto soddisfatta del risultato.

p.s.: un pizzico di peperoncino esalta i gusto dei wurstel. Non ho potuto aggiungerlo a causa dell’allergia al peperone.

n.b.: un piccolo appunto lo merita il sale affumicato: l’ho acquistato alla Rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati al Castello di  Paderna – PC : mi ha incuriosito ed ho iniziato ad elaborare le sue possibili applicazioni, direi che dona  un tocco originale ai piatti, l’importante è non esagerare, l’aroma è molto intenso.

Come mi ha fatto notare Cami mi sono scordata della ricetta di Marta – New Horizons, rimedio in ritardo e chiedo scusa se mi sono scordata altri post…..

 

  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  

28 risposte a “Wurstel di Tofu”

  1. Sara ha detto:

    condivido la tua diffidenza verso i prodotti “imitazione”, soprattutto quelli confezionati, che costano pure un botto di soldi…,ma anch’io ho ceduto poco tempo fa alla ricetta di Ravanello curioso, e ci sono piaciuti tantissimo. Ora voglio provare anche la tua invitante versione! ma la farina lenticchie la ottengo frullando delle lenticchie secche?
    un bacione enorme e buona settimana!

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima…. la farina di lenticchie la puoi ottenere partendo dalle lenticchie secche, ti consiglio le rosse….. altrimenti la trovi nei negozi bio, io la acquisto nel negozio dove vado abitualmente….. Un bacione e buona settimana a voi 🙂

  2. xcesca ha detto:

    Io quelli di tofu li ho comprati un paio di volte in tutto.. li trovo abbastanza buoni ma “stufosi” e con un gusto un po’ artificiale..
    Questi, come tutte le altre versioni che hai citato e che avevo visto, hanno davvero un bell’aspetto e sembrano deliziosi!
    E pure senza glutine.. bravissima!

    • Felicia ha detto:

      Hai ragione, anche a me quelli confezionati non mi sono piaciuti proprio per il gusto troppo artificiale, troppo speziato e finto…. questi invece sanno di lenticchie!!!! e sono buoni 🙂 Grazie carissima

  3. Cami ha detto:

    Mi piace la tua variante con farina di lenticchie, davvero gustosi! Li ho visti da NdC, Cesca, Ravanello e Marta ed ora arrivi tu ^_^ stupendi davvero e forse per certi versi preferisco la tua variante senza glutine 😉
    Brava e ingegnosa.
    Io il sale affumicato lo uso per le patate al forno. Ottimo 😉

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima….. dovevo assolutamente provare la mia versione, e come ho scritto li rifarò per le occasioni speciali, è un piatto da proporre quando si vuole far colpo!!!!! Il sale affumicato è stata una piacevole scoperta, per questa ricetta è perfetto…. e sono certa che lo utilizzerò in altre preparazioni!!!! con le patate ma anche con rape, tompinambur ecc ci sono tantissimi ortaggi che si prestano 🙂

  4. lacucinadellacapra ha detto:

    Fantastici!!!! Ottima variazione, mi piacerebbe tanto assaggiarla 😛 mi incuriosisce molto il sale affumicato, dici che si può riprodurre anche in casa?

    • Felicia ha detto:

      Grazie…. grazie a te per lo spunto!!!! so che esiste il metodo per affumicare in casa…. sinceramente non so se con il sale possa funzionare?!?!? se ci riesci fai un post, sarà utile a tutti 🙂 Un bacione

  5. notedicucina ha detto:

    Grande Feli! Con la versione gluten-free siamo davvero al completo :-D!

  6. Ale ha detto:

    Brava Feli!!! Anche questa versione è buonissima! Ma sta farina di lenticchie dove la trovi? Buonissimo l’abbinamento lenticchie-tofu!

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima…………. la farina di lenticchie (che adoro…. ed è versatile) la acquisto o da Tibiona o nel negozio bio che frequento abitualmente….. provala, è buonissima!!!!!

  7. luby ha detto:

    sto sbavando!
    non ho più regolarmente un pc e una volta che apro e passo da te che trovo?

    che deliziaaaa!!!
    un saluto di vero cuore tesorina!
    mi manca leggerti!!!
    🙁

  8. cucinoincina ha detto:

    A Cami non sfugge niente! Non preoccuparti ma visto che ci sono riporto come avevi commentato i miei: “Gustosi………….. a guardarli sembrano gli originali….. mi piacciono molto le spezie che hai utilizzato, mi piace l’impasto…. ma non sono molto amante dei wuster…. magari farne delle polpette!!!! o crocchette!!!! bravissima una super ricetta e una bellissima presentazione”
    Posso dire almeno altrettanto dei tuoi! 😉

    • Felicia ha detto:

      Grazie…………. se non ci fossi tu!!!! ho sorriso quando ho letto il tuo commento!!!! bellissimo 😛 i miei commenti ai precedenti wurstel sono molto simili… anzi direi uguali!!!! che monotonia 😉

  9. […] ← Wurstel di Tofu […]

  10. Barbara ha detto:

    io mi sto decisamente allontanando da tofu e seitan, e dai loro derivati….non so se avrò la pazienza di provare a farli, ma se fosse terrò presenti i tuoi 🙂

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima…. io il seitan non lo consumo… lo riservo a Fausto che senza esagerare lo mangia… il tofu non posso limitarlo… 🙁 adoro il tofu, inoltre fornisce una buona dose di proteine e altre proprietà da non trascurare, sopratutto in questo periodo della vita…..

  11. CescaQB ha detto:

    Finalmente ci hai raggiunti nel magico mondo dei salsicciari matti 😉

  12. annalisa ha detto:

    Proprio ieri al naturasi guardavo gli ingredienti dei vari wurstel veg e notavo con sgomento che hanno tutti il glutine… Probabilmente sono celiaca (sto aspettando di fare gastroscopia), mi sarebbe spiaciuto dover rinunciarci se il risultato sara’ positivo (a me piacciono moltissimo), grazie mille per questa ricetta!! 🙂

    • Felicia ha detto:

      Hai proprio ragione hanno tutti i glutine 🙁 questi sono buonissimi, come ho scritto nel post non somigliano a quelli in commercio, sono molto più corposi e gustosi, meno speziati (ma a questo puoi rimediare se vuoi…) e dal sapore di lenticchie… Se ti piacciono le lenticchie non dovresti aver problemi a gustarli. Sono comunque facili da fare e veloci. Prova comunque a farli così puoi capire se ti piacciono o meno, aggiungi le spezie che preferisci, assaggia tranquillamente il composto, ti aiuterà a regolare il sapore 🙂 Se li fai fammi sapere mi fa piacere

  13. maria ha detto:

    ciao Felicia,
    ho fatto più volte con successo i tuoi wurstel, ieri ho sostituito la farina di lenticchie con quella di lupini: ancora migliori! Provala. L’unico neo è che mi vengono un po’ duretti, da cosa può dipendere secondo te? Grazie mille, pian piano sto realizzando diverse tue ricette: sei una garanzia!!

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Ciao Maria, mi fa piacere che i wurstel di tofu ti piacciano, hai fatto benissimo ha personalizzare la ricetta, sono sicura che con la farina di lupini siano più gustosi, è più saporita rispetto alla farina di lenticchie e addensa maggiormente, dovrestri provare a diminuire la dose di farina di semi di carruba, o addirittura ad ometterla, secondo me riescono anche senza, proprio in considerazione alla tenacia della farina di lupini. Ti ringrazio tantissimo per i complimenti, sei gentilissima 🙂

  14. maria ha detto:

    Hai ragione! Mica ci avevo pensato… Grazie mille della risposta! Proverò senza farina di semi di carruba e ti faccio sapere. Grazie ancora 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.