Dic 21
2012

Strudel in love

L’occasione il raduno dei Beagle presso il Parco Rifugio La cuccia e il nido.


Un ripieno caldo, avvolgente, gustoso….. volevo appagare, riscaldare il corpo ma non solo:  rivederci e  di passare qualche ora insieme ai nostri amici a quattro zampe era un’occasione preziosa.
Ogni volta che passo qualche ora al Rifugio mi carico di energia, Lalla, Max e tutti i volontari che ci lavorano sono instancabili, allegri, energici, solari…. Accudiscono i cani con infinito affetto e riescono a trasmettere a tutti noi la loro energia e  il loro amore.
Proprio per questo ho chiamato questo strudel “Strudel in Love”, è stato pensato per loro e l’abbiamo gustato insieme.

Ingredienti per il ripieno:
200 gr di castagne cotte
50 gr di uvetta ammollata
500 gr di mele golden
nocciole tritate q.b.
cannella q.b.

Ingredienti per la pasta:
80 gr di farina di grano saraceno
200 gr di farina 0
2 cucchiai d’olio di semi
2 cucchiai di malto di riso
2 cucchiai di marsala secco
acqua fredda

Procedimento:
Il ripieno si può preparare il giorno prima e farlo riposare in frigorifero. Generalmente preferisco optare per questa soluzione, la trovo comoda e il ripieno risulta più saporito e gustoso, i sapori durante il riposo di fondono e si amalgamano.
Ho utilizzato le castagne secche, le ho lasciate in ammollo una notte e successivamente le ho cotte.
Tagliare le mele a cubetti, farle cuocere in una padella antiaderente coperta, senza aggiungere liquidi, si devono asciugare e cuocere rimanendo comunque abbastanza croccanti. Aggiungere le castagne grossolanamente spezzettate, l’uvetta ammollata, strizzata, asciugata e la cannella. Continuare la cottura per qualche minuto a fiamma vivace per far asciugare il composto.
Far raffreddare e conservare in frigorifero sino al giorno successivo.
In una ciotola miscelare le farine, aggiungere il malto, l’olio di semi e il marsala secco. Amalgamare e aggiungere l’acqua necessaria per formare un impasto morbido ed elastico.
L’acqua è importante per dare elasticità al composto, anche se vi sembra sufficientemente elastico, continuate ad unirne pochissima alla volta ed impastare: più si lavoro più si idrata.
Avvolgere la palla di pasta con pellicola per alimenti e farla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Riprendere l’impasto, lavorarlo qualche minuto e stenderlo molto sottilmente.
Per facilitare l’operazione di avvolgimento è utile utilizzare uno strofinaccio leggermente infarinato e, con il mattarello, assottigliare la pasta il più possibile, due o tre millimetri al massimo.
Cospargere la superficie della pasta con le nocciole tritate, distribuire il ripieno e terminare ancora con qualche nocciola tritata.

Chiudere i lati lunghi dello strudel sul ripieno

e successivamente iniziare ad arrotolare l’impasto.

Non sarà difficile, lo strofinaccio è un valido aiuto.

Con un pennello bagnare con acqua la parte finale dell’impasto, si attaccherà senza problemi.

Accendere il forno a 180°, a temperatura cuocere per almeno 30 min. Consiglio durante i primi 20 min. di coprire lo strudel con un foglio di carta d’alluminio, senza che entri in contatto diretto con il dolce, per evitare che si scurisca troppo durante la cottura.
Scoprire e proseguire per altri 10 min. Controllare prima di sfornare.

Far raffreddare e gustare….

Il giorno dopo è ancor più buono, la pasta sottile ma gustosa, la farina di grano saraceno regala una nota gustosa e originale, il ripieno morbido, goloso, avvolgente….

Mi è piaciuto tantissimo con le castagne, una variante molto golosa per un sano strudel.

Non si sente assolutamente la mancanza dello zucchero, lo strudel è dolce, naturalmente dolce.

E’ stato apprezzato!!!! Una bellissima mattina, carica di emozioni forti e di grande amore……

Un grazie a tutto il personale de il Parco Rifugio la Cuccia e il Nido per il lavoro che svolgono, per l’amore con cui accudiscono gli animali, è sempre emozionante tornare a trovarli, e Frida è felicissima…… si sente a casa.

p.s. Le fotografie le ho scattate al canile, lo strudel è modestamente appoggiato sul tovagliolo di carta, la presentazione non raffinata ed elegante… ma la bontà dello strudel non ne ha risentito!!!!

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

13 risposte a “Strudel in love”

  1. Katy ha detto:

    Lo strudel è bellissimo anche sul tovagliolino di carta e l’occasione per cui l’hai cucinato lo rende proprio speciale.
    Un abbraccione a te e a Frida

  2. Cami ha detto:

    Lo strudel può essere adagiato ovunque, quel che conta e’ ciò che questo dolce esprime e regala!
    Splendido con un ripieno dolce e naturale!
    Goloso e bello!
    Adoro tutto ciò che si arrotola e quindi adoro anche questo strudel pensato in occasione di un ritrovo speciale ^_^

    • Felicia ha detto:

      Grazie Cami, è riuscito veramente bene, le castagne l’hanno reso dolce, goloso ed originale senza utilizzare zuccheri….. lo rifarò ancora nei prossimi giorni per le visite ai parenti!!!! è veloce e il risultato è ottimo 🙂

  3. Barbara ha detto:

    il grazie lo dico io a te, per le ricette sempre innovative che posti e per l’amore che metti nella tua vita e in quella degli altri. Mi sento fortunata per averti potuta conoscere ♥

    • Felicia ha detto:

      Carissima il tuoi commenti mi commuovono……… sei dolcissima, ma sono io la fortunata, ho avuto l’occasione di conoscere Bibi: autentica, vera, schietta!!!! ♥

  4. Lo ha detto:

    adoro tutte le forme e i gusti degli strudel… 🙂

  5. Eduardo ha detto:

    e ciò già fame di nuovo ^!^
    Corro a comprarmi della farina 0 che l’ho finita e stasera mi sparo giusto doppia dose del tuo strudel per rendermi felice un bel pò! complimenti per il lavoro al canile… un grazie di cuore! a presto, Edu

    • Felicia ha detto:

      Grazie…. questo strudel non tradisce, da allora l’ho già fatto in altre due occasioni….. è sempre molto apprezzato!!!! Mi piacerebbe dedicare più tempo al canile, ma purtroppo la distanza e il poco tempo a disposizione mi limitano… 🙁 A presto

  6. […] giorno precedente e conservarlo in frigorifero sino al momento di utilizzarlo. Nella ricetta dello Strudel con le castagne   ho indicato nel dettaglio tutto il procedimento. Preparare la pasta: in una ciotola miscelare […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.