Mar 18
2013

Polpette di miglio con i fiocchi

Te sèt tame l’uselin che conus mia el meil!
Traduzione: Sei come l’uccellino che non gli piace il miglio!


Polpette di miglio
Quante volte ho sentito questa frase, quante volte ho strizzato il naso rifiutando il grana nella minestra!!!Da bambina mi capitava spesso di cenare dai nonni, la minestrina era il piatto fisso, il rituale del nonno: nella sua fondina fumante versava un poco di vino rosso e una generosa spolverata di grana grattugiato. Io strizzavo il naso, tutte le volte…. Non mi piaceva l’aroma del vino a contatto con il brodo caldo e odiavo “le fila” che formava il grana sciogliendosi. Adoravo i formaggi…. Ma non fusi, non li sopportavo sulla pasta o minestra e odiavo la mozzarella filante sulla pizza…
Ma ora torniamo al miglio, il protagonista della storia. Ogni volta che mangio il miglio ripenso al nonno; mi piacerebbe fargli assaggiare il mio miglio, sarei felicissima di potergli dire, il miglio è buonissimo e il tuo uccellino lo adora!!!
In questa preparazione ho voluto provare la mia ultima scoperta al negozio Bio, ho acquistato i fiocchi di piselli e volevo assolutamente collaudarli come addensante per creare sfiziose polpette express… veloci, pratiche e buonissime!!!

Ingredienti:
400 gr di miglio cotto (pesato crudo circa 200 gr)
300 gr di cavolo cappuccio viola
100 gr di fiocchi di piselli
1 cipolla rossa brasata
1 cm quadrato di zenzero fresco
sale q.b.
salsa di soia (tamari) – olio extravergine d’oliva – acqua  (per la cottura)

Procedimento:
Dopo aver lavato il miglio, cuocerlo per assorbimento con il doppio dell’acqua. A cottura ultimata farlo riposare coperto per farlo gonfiare e assorbire completamente l’acqua.
Ritirarlo in un contenitore e farlo riposare in frigorifero per qualche ora, si può preparare il giorno prima.
In  un robot tritare il miglio con lo zenzero sbucciato e lavato, aggiungere la cipolla precedentemente brasata, il cavolo cappuccio viola (crudo), azionare l’apparecchio e tritare/amalgamare il tutto, assaggiare e aggiustare il sapore salando leggermente.
Trasferire il composto in una larga padella antiaderente, aggiungere i fiocchi di piselli e amalgamare accuratamente: i fiocchi assorbono l’umidità, si gonfiano e addensano/legano il composto.

Cuocere per almeno 10 minuti o sino a quando il composto sarà sodo ed asciutto.
Far raffreddare.

Formare le polpette, passarle rapidamente nella farina di riso, panandole  leggermente; posizionarle su una teglia preventivamente foderata con carta forno, spennellarle con la soluzione di salsa di soia, olio extravergine, acqua

e cuocere in forno caldo a 180° per 15 min.; sfornare, girare le polpette e spennellarle anche dal lato opposto; proseguire la cottura per altri 15 min.
Se necessario proseguire ancora qualche minuto,  sino a quando si formerà una crosticina croccante in superficie.
polpette di miglio
Gustare tiepide o caldissime…… sono squisite!!!
Polpette di miglio
Non ho cotto il cavolo cappuccio, volevo sfruttare al massimo il suo caratteristico colore….. e creare delle polpette insolite, ma buonissime.

Con questa dose ho ricavato 15 deliziose polpette (gluten-free), ogni volta mi riprometto di provare a congelarle, ma finiscono sempre.
Polpette di miglio

p.s.: per scrivere (spero correttamente) l’affermazione in dialetto cremonese, ho chiesto aiuto ad un amico, ringrazio Pietro per avermi aiutata; mi sono resa conto che sarebbe necessario un traduttore google  italiano/dialetto.
Il nostro dialetto, la nostra tradizione, le nostre radici dovrebbero essere conservate e rivalutate.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

15 risposte a “Polpette di miglio con i fiocchi”

  1. […] Polpette di miglio con i finocchi, da Le delizie di […]

  2. lo ha detto:

    Polpette miglio ecco due parole che insieme mi piacciono e ho pure imparato qualcosa sui fiocchibdi piselli che non ho mai considerato un bacione

  3. Titti ha detto:

    Anche mio nonno (trentino) metteva il vino nella minestra, che strana usanza, vero? Queste polpette di miglio sono deliziose e, mi pare di capire, anche abbastanza semplici da realizzare. E’ da poco che ho scoperto il miglio e trovo sia davvero versatile! 😀

    • Felicia ha detto:

      Il miglio è davvero un alimento versatile, buono e sopratutto sano, fa benissimo!!!! sono davvero molto semplici da realizzare, considera che puoi tranquillamente usare l’ortaggio che preferisci 🙂
      Odiavo l’odore del vino nella minestra…. ma ora ritorno a quel periodo e sopratutto al ricordo dei nonni con infinita nostalgia.

  4. CescaQB ha detto:

    Colore stupendo!!! peccato che poi con la cottura e gli altri ingredienti si perda un po’ ^_^
    Di certo tuo nonno ti farebbe i complimenti per questo miglio 🙂

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima, in effetti in cottura il colore un pochino si è sbiadito, ma anche la fotografia non ha reso al meglio 🙁 dal vero era decisamente più vivace 🙂

  5. Cami ha detto:

    Chissà la nonna cosa direbbe di queste polpettine o di tutte le tue ricette con il miglio!? E dire che ora ‘lo adori’ 🙂
    Le polpettine sono fantastiche e semplicissime , davvero un ottima cena! 🙂
    Sono d’accordo con te sui dialetti, da piccola mi vergognavo sempre quando i miei genitori lo parlavamo fra di loro in mezzo alla gente che non poteva capirli, provavo un forte imbarazzo… Adesso in cece ne capisco l’importanza e l’appartenenza e non mi dispiace affatto sentirli parlare e parlarlo 😀

    • Felicia ha detto:

      Grazie… non so se i miei nonni hanno mai mangiato miglio, loro lo attribuivano ad un cibo per canarini, ma forse hai ragione trasformato in polpette sarebbe piaciuto anche a loro. Non parlo bene il dialetto cremonese, anzi lo parlo malissimo, lo comprendo ma non perfettamente, mi dispiace che vada perso…. 🙂

  6. Donatella ha detto:

    Deliziose!
    Grazie per aver partecipato al mio contest… 😉

  7. tessa ha detto:

    ciao! che bella ricetta, complimenti! la presentazione dedicata agli affetti piu cari della tua infanzia mi ha emozionato e commosso 🙂 proverò le polpette al più presto visto che da poco mangio senza glutine e adoro tutti gli ingredienti che hai usato!

    • Felicia ha detto:

      Benvenuta… sono felice ti piacciano le polpette, sono davvero molto gustose. I ricordi sono parte integrante di noi a volte riemergono stimolati da piccoli avenimenti, mi piace afferrarli e trattenerli…. li definisco piccoli doni inaspettati. Sul blog troverai tantissime ricette senza glutine, le trovi tutte sotto la categoria “senza glutine”. Spero ti piacciano 🙂

  8. Sabrina ha detto:

    Bellissime e molto invitanti le tue polpette!!!
    Vorrei provarle, come sostituisco i fiocchi di piselli che a e me non piacciono?
    Mi suggerisci delle alternative anche per sostituire il cavolo?

    Grazie
    Sabrina

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Cia Sabrina, grazie. Puoi sostituire i fiocchi di piselli con farina di ceci e maizena. Per quanto riguarda il cavolo puoi utilizzare qualsiasi ortaggio preferisci, prova la zucca. Ovviamente il rapporto liquidi e solidi cambia dovrai valutare al momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.