Ott 10
2013

Crackers con pasta madre

Era da tempo che volevo provare a realizzare dei crackers con la pasta madre; ho visto diverse ricette in rete: questa è la mia versione…
buonissimi e sfiziosi crackers!!!

creackers con pasta madre

Ingredienti:
400 gr di farina di semola di grano duro
150 gr di pm
50 gr di semi di sesamo
1 cucchiaio di malto di riso
sale q.b.
acqua q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Sciogliere la pasta madre con il malto e poca acqua, miscelare la farina di semola di grano duro con i semi di sesamo e uno o due cucchiaini di sale.
Aggiungere la pasta madre e impastare unendo l’acqua e poco olio extravergine d’oliva necessari per formare un composto morbido e ben idratato.
Posizionare l’impasto in una ciotola, coprire con pellicola per alimenti e far lievitare. I tempi di lievitazione variano a seconda del lievito. In questa stagione i miei impasti lasciati a temperatura ambiente lievitano in circa 5-6 ore, se ho poco tempo a disposizione preferisco utilizzare la lievitazione lenta in frigorifero, come in questo caso, ho posizionato la ciotola in frigorifero per diverse ore. Prima di confezionare i crackers ho lasciato l’impasto a temperatura ambiente per circa un’ora.
Riprendere l’impasto, tirarlo molto sottilmente (circa 2 mm.) direttamente su un foglio di carta forno.
Spostare il foglio con la sfoglia di pasta nella teglia, ritagliare i crackers con una rotella dentellata, bucherellare la superficie e far riposare per 1 ora.
Impastare i ritagli  e confezionare i crackers sino ad esaurire l’impasto.
In una ciotola miscelare un cucchiaio di olio extravergine d’oliva con poco sale e un goccio d’acqua, spennellare la superficie dei crackers con la soluzione, accendere il forno a 250° a temperatura raggiunta infornare le teglie, abbassare la temperatura a 180° e cuocere per 15-20 minuti. Controllare prima di sfornare: i tempi di cottura dipendono dal grado di umidità dell’impasto e dallo spessore, la superficie dei crackers si deve dorare e i crackes devono risultare asciutti.
Se infornate più teglie contemporaneamente, a metà cottura giratele per ottenere una cottura uniforme.
Avevo già confezionato tantissimi crackers, non avevo più teglie a disposizione, ma avevo ancora un poco d’impasto.
Ho steso sottilmente la pasta sul foglio di carta forno, ho posizionato il mio foglio sul fondo di una teglia rotonda in pirex, l’ho modellato e successivamente cotto per 15 minuti; in questo modo ho ottenuto un grazioso cestino porta crackers, un contenitore perfetto!!!
crackers con pasta madre
L’impasto è molto sottile, non è possibile spostare i crackers uno alla volta dal piano lavoro alla teglia, anche se molto ravvicinati in cottura si ritireranno e si staccheranno senza problemi.
crackers con pasta madre
Con questo metodo si velocizzano i tempi di preparazione, fare i crackers diventa semplicissimo.
crackers con pasta madre

 

  •  
  •  
  •  
  • 14
  •  
  •  
  •  

21 risposte a “Crackers con pasta madre”

  1. valentina ha detto:

    ciao Feli.A mio parere sono perfetti questi creackers.Si vede dalla foto.Però…a proposito di foto: non se ne vedono due.Quella del cestino e l’ultima.Uffaaaa.Non so se sia un problema mio, che non le vedo solo io.Boh.Buona giornata.Qua piove ancora.

  2. valentina ha detto:

    no, no….rettifico!si sono aperte ora le foto.Mamma mia che bello tutto.Il cestino da sgranocchiare lo voglio.che fame

  3. londarmonica ha detto:

    I cracker sono un po’ come le ciliegie, uno attira l’altro. Buoni davvero!

    • Felicia ha detto:

      Hai proprio ragione…. infatti dopo aver fatto la scorpacciata la prima sera li ho congelati ed ora li scongelo misurandoli!!!! così non si esagera 😉

  4. xcesca ha detto:

    Ecco, se io li facessi con queste dosi mi durerebbero comunque un giorno.. troppo buonii!

  5. Donnée ha detto:

    Hanno un ottimo aspetto ^_^

  6. sandra ha detto:

    grazie Feli, deliziosissimi!!!
    baci
    Sandra

  7. ROMINA ha detto:

    a me vengono troppo croccanti..quasi troppo duri, cosa sbaglio?

    • Felicia ha detto:

      Se sono troppo duri, devi idratare maggiormente l’impasto, la quantità di acqua non è mai precisa, la farina, il clima, anche l’umidità nell’aria influenzano l’assorbimento dell’acqua, oltre a questo accorgimento, prova ad aumentare l’olio, e a diminuire la temperatura e il tempo di cottura. Anche in questo caso ogni forno ha un taraggio differente. Sono certa che con questi piccoli accorgimenti riuscirai a sfornare magnifici crakers, dimenticavo, sfornali prima che si biscottino, anche fuori dal forno proseguono la cottura per qualche minuto, questi crakers sono molto sottili. 🙂

  8. Ciao Feli!
    Mi sono permessa di consigliare questa tua ricetta all’interno di un mio post, mettendo chiaramente il link diretto qui.
    Se vuoi, dai un’occhiata: http://www.naturalentamente.it/idee-merenda-vegan-per-scuola/
    Spero non ti dispiaccia…
    Un bacione

  9. Roberta ha detto:

    Carissima i miei crackers sono a lievitare in forno preparati in vista della partenza x le vacanze, non vedo l’ora di assaggiarli so già che saranno strepitosi come ogni ricetta che proponi. Complimenti!

  10. Roberta ha detto:

    Ci sono sempre cara, abbiamo qualche problemino di salute in famiglia che tiene impegnata la mente più del solito, complice un intensificarsi del lavoro…
    Sono veramente deliziosi, uno tira l’altro, con e senza sale! Un forte abbraccio

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Carissima, mi dispiace davvero molto, spero si risolva al meglio quanto prima. ♥ anche per me quest’estate non è trascorsa serena, i tuoi stessi problemi, spero di tornare in forma quanto prima. Mi fa piacere ti siamo piaciuti. Un abbraccio ♥

  11. […] M- crackers confezionati (ma senza olio di palma) o fatti in casa, magari con la ricetta di Feli (qui) G- fichi secchi + albicocche secche V- mela o pera + […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.