Ott 31
2013

Gnocchi di tofu ripieni di zucca

Con salsa di zucca….
un piatto dal colore splendido, solare, caldo; morbidi e appaganti gnocchi, la salsa di zucca li avvolge e li abbraccia in un magico incontro.


gnocchi di tofu ripieni
Gi gnocchi di tofu sono sempre un successo, li ho proposti in altre varianti semplici, come in questa ricetta Gnocchi di tofu o arricchiti da ortaggi di stagione, Gnocchi di tofu di zucchine.
Incuriosita ho voluto provare a sfruttare la straordinaria consistenza e versatilità del tofu per realizzare i mitici gnocchi ripieni.
Il risultato è andato oltre ogni aspettativa, la preparazione non è difficile, l’unica dote necessaria è la pazienza, ma la soddisfazione nel gustarli ripaga di tutte le “fatiche”.

Ingredienti per 4 persone:
Ingredienti per gli gnocchi:
500 gr di tofu al naturale
200 gr di farina di riso
4 cucchiaini di farina di semi di carrube
un cm quadrato circa di zenzero fresco
sale marino integrale di Cervia alla Salicornia
olio extravergine d’oliva
il succo di un limone

Ingredienti per il ripieno:
650 gr di zucca tritata
sale integrale di Cervia alla Salicornia
noce moscata
acqua q.b.

Ingredienti per la salsa:
zucca avanzata dal ripieno
5 o 6 foglie di salvia
noce moscata
olio extravergine d’oliva

Procedimento:
La sera precedente far marinare in frigorifero il tofu tagliato a fette in un contenitore con coperchio, in una soluzione di acqua e succo di limone.
In questa soluzione il tofu risulterà neutro, perderà il classico e non a tutti gradito sapore di “fagiolo”.
Il giorno seguente, estrarre il tofu dalla marinata e sciacquarlo velocemente sotto l’acqua fredda, tagliarlo a pezzetti ed inserirlo nel robot.
Aggiungere lo zenzero tagliato a fettine, il sale marino e tritare finemente, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore.
Unire la farina di riso e amalgamare.
Il tofu inizierà ad amalgamarsi, se dovesse risultare troppo asciutto unire poca acqua.
In ultimo aggiungere la farina di semi di carrube e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, tritare nuovamente sino a quando il composto si compatterà  formando una palla di impasto morbido e plasmabile.
Ritirare il composto in un piatto, coprire con pellicola per alimenti e far riposare in frigorifero per almeno trenta minuti.
Nel frattempo lavare e sbucciare la zucca, tritarla finemente nel robot e farla cuocere in una padella antiaderente con pochissima acqua, il sale integrale e un pizzico di noce moscata. Coprire e far cuocere: la zucca deve cuocersi, ma deve rimanere asciutta.
Assaggiare ed eventualmente correggere il sapore o personalizzarlo a seconda del proprio gusto.
Riprendere il tofu, su una spianatoia infarinata stendere il composto sino ad uno spessore di 4-5 mm.
Con un coppapasta del diametro di 5 cm ritagliare dei dischetti.
Posizionare al centro di ogni dischetto poco ripieno, chiudere l’impasto sul ripieno formando delle palline.
Impastare i ritagli e continuare sino ad esaurire l’impasto.
Frullare la zucca avanzata del ripieno, aggiungere le foglie di salvia, un pizzico di noce moscata e l’acqua necessaria per ottenere una salsa morbida e corposa.
Aggiustare il sapore secondo i propri gusti personali.
Versare la salsa in un pentolino e scaldarla prima di versarla sugli gnocchi.
In una capace pentola portare acqua in ebollizione e cuocere gli gnocchi.
Dopo qualche minuto gli gnocchi saliranno a galla, continuare la cottura per ancora 3-4 minuti, risulteranno più morbidi.
Servire adagiando gli gnocchi direttamente nei piatti e completando con abbondante salsa di zucca e un goccio di olio extravergine.
Si sciolgono in bocca regalando il magico incontro con il ripieno e la salsa.
Assolutamente da provare una vera e propria coccola.
gnocchi di tofu ripieni
Con questa dose si confezionano 4 porzioni, anche se siete in due a gustarli non dimezzate le dosi, il giorno seguente basterà scaldarli in una padella antiaderente con la salsa di zucca avanzata e poca acqua.
gnocchi di tofu ripieni
Saranno buonissimi, anzi…. forse di più!!!

Anche se esteticamente le palline non sono perfette, in fase di cottura si salderanno perfettamente trattenendo il ripieno.
Un piccolo consiglio: dopo aver realizzato due o tre gnocchi fate la prova cottura.
Cuoceteli in un pentolino per valutare la tenuta e il sapore.
Un piccolo trucco da applicare a tutti i gnocchi, eviterete brutte sorprese.

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

24 risposte a “Gnocchi di tofu ripieni di zucca”

  1. valentina ha detto:

    non ho ancora provato a fare i gnocchi di tofu.hai spiegato molto bene tutti i passaggi, proverò…buona anche la cremosa salsina.
    buona giornata

  2. CescaQB ha detto:

    WOW che ricetta! Mi ispira un sacco. L’ultima foto è quella che mi fa venire più gola, io amo pulire il donde delle padelle, potrei esser considerata una lavastoviglie umana ^_^
    Fortuna che la Vale ha scritto di non aver ancora provato a fare gli gnocchi di tofu, così mi sento meno sola, ma devo rimediare il prima possibile!!!
    Ora corro ad iscrivere questi gnocchi tra i partecipanti, grazie ancora!

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima… hai proprio ragione non c’è niente di meglio che ripulire le padelle, ti confido un segreto, in un periodo della mia vita sono stata single, un pò per evitare di lavare troppi piatti, un pò per piacere, mangiavo direttamente nella padella…… era sempre festa!!!! 😀

  3. claudia ha detto:

    Splendida. Ricetta da provare….solo un dubbio…..la farina di carrube si puo’ sostituire con….? O e’ essenziale usarla?grazie e complimenti

    • Felicia ha detto:

      Utilizzo la farina di semi di carrube (semi non la polpa) perchè è un ottimo addensante e limito la quantità di farina di riso, se non hai problemi di glutine puoi aggiungere un pò di farina (qualsiasi tipo) oppure aumentare la dose di farina di riso, vedrai riusciranno senza problemi 😉

  4. Lo ha detto:

    è vero…sono rimasta proprio colpita dall’allegro colore appena ho visto la foto….e ora sono qui ad immaginarmi consistenza gusto sapore 😀

  5. Daria ha detto:

    Oddio che golosità! Originalissimi!

  6. eduferrante ha detto:

    gli gnocchi sono uno dei miei piatti preferiti Felicia! non immagini quanto vorrei sedermi e gustare il tuo piatto !!! mai gustati gli gnocchi ripieni, super!!! 🙂

  7. verychild ha detto:

    Ricetta veramente interessante e piena di ottimi consigli.

  8. Tamara ha detto:

    Sono meravigliosi vorrei farli oggi che ho più tempo solo che non sono riuscita a trovare la farina di semi di carrube, posso sostituirla con qualche cosa??? grazie e buona domenica

    • Felicia ha detto:

      Grazie mille 🙂 puoi aumentare la dose di farina di riso o aggiungere farina con il glutine, l’importante è che l’impasto sia sodo e compatto, fai comunque la prova facendo cuocere un piccolo gnocchetto prima di confezonarli tutti. Mi farebbe davvero piacere sapere se ti sono piaciuti. Buona domenica 🙂

  9. Tamara ha detto:

    Perfetto grazie mille!!!! ti faró sapere…complimenti!!!!!!

  10. Ake VeganDeejay ha detto:

    ciao felicia,sono andrea il compagno di stefania,ci siamo conosciuti domenica all’aperitivo della LAV,sono gia’ in fase scrutativa delle tue ricette e visto che i gnocchi e la zucca sono alcune delle mie portate preferite,mi sa proprio che comincero’ con questa ricetta lo “sfruttamento” della tua arte culinaria…ciao e grazie.

    • Felicia ha detto:

      Che piacere ritrovarti qui…. un piacere doppio saperti alle prese con una mia ricetta, se hai bisogno di qualche consiglio sono a tua disposizione. Noi adoriamo la zucca, sto provando anche varietà rare o quasi sconosciute, nella categoria A tutta zucca troverai tantissime ricette con la zucca protagonista 😉

  11. Tina ha detto:

    Bellissima idea cercavo una ricetta senza glutine e penso che questo fine settimana proverò a fare i tuoi gnocchi. Ne farò una parte con tofu aquistato e una parte con tofu (ricotta)autoprodotto. Mi chiedevo se la farina di semi di carruba si può sostituire con quella di semi di lino. Complimenti e grazie x l’ispirazione

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Ciao Tina, gli gnocchi di tofu sono una certezza, buonissimi sia in versione ripieni che semplici, purtroppo la farina di semi di carrube non è sostituibile con quella di semi di lino, sono differenti e lavorano diversamente negli impasti, in ogni caso puoi sostituire la farina di semi di carrube con amido di mais, dovrai aumentare la dose e regolarti “ad occhio” quando il composto diventerà modellabile sarà perfetto. Con il tofu (ricotta) ne servirà di più, è più morbido e ricco d’acqua. Magari potresti asciugarlo in padella e farlo raffreddare prima di lavorarlo. Mi farebbe piacere sapere come ti sono venuti e sopratutto se ti sono piaciuti…. dimenticavo, assaggia il composto a crudo e prima di confezionare tutti gli gnocchi, cuocine un paio per verificare consistenza e tenuta in cottura, oltre al sapore. 🙂 Buona gnoccata!!!

  12. Tina ha detto:

    Buonissimi brava e grazie
    Ho fatto la versione classica conditi con ragù di soia,ho provato anche con metà ricotta fatta venerdì sera e sono praticamente identici stessi ingredienti stessa consistenza stessa bontà. Grazie ancora ciao:-*

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Sono felice ti siano piaciuti!!!!! gli gnocchi di tofu vengono sempre apprezzati, sia per consistenza che sapore (praticamente neutro). Sono perfetti per abbinarsi ad ogni condimento. Bellissima notizia per chi desidera cimentarsi negli gnocchi!!!! Anche la ricotta svolge il suo lavoro alla prefezione. Grazie per aver condiviso il tuo parere 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.