Feb 6
2014

Risotto mele e uvetta

Mi piace gustare un buon risotto, adoro la consistenza del riso integrale cotto, ma perfettamente al dente, la cremosità, ma sopratutto la versatilità del riso;
questo semplice e povero ingrediente è perfetto con tutto… ma proprio tutto.

risotto mele e uvetta
Spesso provo accostamenti audaci e forse insoliti, mi piace azzardare…. e vinco sempre la scommessa, ogni volta un risotto nuovo, gustoso e sfizioso.
Il Risotto con le mele è l’esempio di un accostamento forse insolito ma perfetto.
Le mele renette, leggermente acidule ma aromatiche, regalano al riso una nota originale, le ho abbinate all’uvetta che, con la sua naturale dolcezza bilancia, naturalmente il risultato finale.

Ingredienti per 2 persone:
140-160 gr. di riso integrale Baldo
2 mele Renette
50 gr. di uvetta (ammollata)
cannella in polvere q.b.
il succo di un limone
timo essiccato
coriandolo in polvere
5 o 6 noci
sale q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Lavare accuratamente il riso, in una casseruola unire il riso con una mela tagliata a piccoli cubetti, coprire con l’acqua circa il doppio del volume del riso, coprire e cuocere per circa 35 min.
A fiamma bassa, coperto il riso si cuocerà perfettamente, non è necessario mescolarlo: basta controllare ogni tanto il volume dell’acqua.
Nel frattempo sbucciare e tagliare a cubetti la seconda mela, spruzzarla con il succo del limone per evitare che annerisca.
Sgusciare e tritare a coltello le noci.
Verso fine cottura aggiungere al riso la seconda mela, l’uvetta ammollata e strizzata, due terzi delle noci tritate, insaporire con poca cannella, coriandolo e timo. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore.
Il riso avrà una nota leggermente acidula.
Al primo assaggio si percepisce immediatamente la parte aspra del limone e delle mele, ma si compensa con la nota dolce dell’uvetta e della cannella, l’aroma delle noci e la croccantezza del trito regalano una nota originale, il timo aromatizza, ma non copre il sapore del riso.
Portare a cottura a tegame scoperto, prima di mantecare con l’olio extravergine d’oliva, assaggiare e salare il necessario.
Servire completando il piatto con poche noci tritate.
risotto mele e uvetta
Non ho volutamente aggiunto dado vegetale (autoprodotto): ho cercato di mantenere puro il sapore del riso, non ho voluto coprire o camuffare l’aroma della mela.
risotto mele e uvetta
Potrebbe sembrare un accostamento insolito o azzardato, ma sicuramente vincente…. un originale ed insolito risotto.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

12 risposte a “Risotto mele e uvetta”

  1. Daria ha detto:

    Ricetta semplice ma originalissima come sempre Felicia! Mi piace proprio! Il risotto con le mele l’aveva preparato tempo fa mio marito, ma con l’aggiunta dell’uvetta e della cannella penso acquisti una nota invernale e coccolosa! Grazie per avermelo portato alla raccolta!

    • Felicia ha detto:

      Grazie carissima, l’uvetta e la cannella bilanciano con naturale dolcezza la mela renetta e il succo del limone, l’insieme è originale e gustoso 😉
      La raccolta è fantastica…. hai avuto una splendida idea

  2. Verena ha detto:

    Carissima, farò sicuramente questa ricetta che mi sembra deliziosa. Come te adoro il riso in tutti modi. Purtroppo sto cercando di dimagrire quindi non posso mangiarlo spesso.
    Buona serata

    • Felicia ha detto:

      Non saprei rinunciare al riso… mi piace troppo. Una porzione ridotta te la puoi concedere…. poi il riso integrale aumenta e rende tantissimo 😉

  3. consuelo ha detto:

    Quanto mi piace quel dolciastro nei piatti salati..mi fa impazzire ed il tuo risotto mi fa sognare!
    Bravissima <3
    la zia consu

  4. valentina ha detto:

    risottino interessante!morbido, cremoso e speziato il giusto.
    un abbraccio e buon fine settimana

  5. eduferrante ha detto:

    Ciao Felicia! Io non amo molto la uvetta… ma adoro il risotto e questo tuo piatto dev’essere eccezionale! Da provare subitissimo!!! Belle le tue ricette, non stancano MAI! Grazie per condividerle! A prestoooo 🙂

    • Felicia ha detto:

      Anch’io non amavo l’uvetta, poi ho iniziato ad utilizzarla anche nei piatti salati per bilanciare il sapore o per ottenere l’effetto agrodolce…. magicamente è cambiato anche il mio gusto e apprezzo l’uvetta, sono certa che in questa versione piacerà anche a te, è un ingrediente che passa in secondo piano…. completa e compensa 😉 Grazie sei sempre gentilissimo

  6. maria cristina ha detto:

    Ciao Feli.
    Ho fatto le crocchette di batata e quinoa, però con le patate normale. Ma le batate che tu hai usato che sarebbe quelle rosse, dovi la trovi? Grazie.
    Baci.

    • Felicia ha detto:

      Le acquisto nei negozi biologici, se provi a guardare il link vedrai la descrizione dettagliata della Batata. E’ davvero squisita. Ma sicuramente anche le tue crocchette con le patate saranno state deliziose… la consistenza è molto simile 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.