Apr 24
2014

Sformato di miglio

Adoro gli sformati: riso, mais, saraceno, quinoa, miglio…. tutti perfetti, gustosi, invitanti e sani.
Basta un cereale, legumi e verdure per portare a tavola un piatto completo.
Gli sformati sono comodi, perfetti per il pranzo fuori casa, la colazione…. e se avanzano il giorno dopo sono ancor più buoni…


sformato di miglio

In questo gustoso Sformato di miglio ho volutamente scelto l’abbinamento zucca-akuzi rossi-miglio.
Ho voluto creare un piatto leggero, gustoso e sano.
Gli Azuki rossi sono ricchi di minerali ed oligoelementi come potassio, zinco, molibdeno e ferro. I fagioli Azuki sono poi naturalmente ricchi di vitamine del gruppo B (tra cui acido folico), fibre e proteine. Aiutano la formazione di enzimi utili al fegato e hanno proprietà depurative e diuretiche, dunque sono anche alleati dei nostri reni.
La zucca, forse l’ortaggio più amato, è un alimento a basso contenuto calorico, il suo apporto è pari a 17 calorie ogni 100 grammi di polpa; tra i suoi componenti principali annoveriamo la presenza del betacarotene, delle vitamine A, B ed E, quest’ultima molto importante grazie alle sue note proprietà antiossidanti.
Il miglio è ricco di vitamine: B1, B2, B3, B5 e B6, vitamina E in piccola percentuale e vitamina K.
Tra gli aminoacidi questi i principali : acido glutammico, acido aspartico, alanina, arginina, cistina, serina, valina, triptofano, prolina ed isoleucina.

Niente scuse…. possiamo gustare tranquillamente una doppia porzione di sformato di miglio.

Ingredienti:
150 gr. di miglio
160 gr. di azuki rossi (pesati cotti)
300 gr. di zucca Delica di Ferrara (pesata cruda)
1 piccola cipolla dorata
sale integrale dolce di Romagna
qualche fogliolina di salvia e un piccolo rametto di rosmarino
2 cm. quadrati di zenzero fresco
dado vegetale autoprodotto
30 gr. di farina di mais fioretto + altra per la teglia

Procedimento:
Lavare e tritare la cipolla, farla appassire in una casseruola con poca acqua.
Lavare accuratamente il miglio, lavare, sbucciare e tagliare a piccoli cubetti la zucca.
Tritare la salvia, il rosmarino e lo zenzero, riunire nella casseruola tutti gli ingredienti preparati.
Coprire con acqua, senza esagerare se necessario ne aggiungerete altra. Cuocere coprendo la casseruola.
Dopo 10 min. circa, controllare il livello dell’acqua, salare e insaporire con il dado vegetale, aggiungere gli azuki rossi, amalgamare con cura e portare a cottura.
Aggiungere solo l’acqua necessaria, a cottura il miglio dovrà presentarsi asciutto.
Far intiepidire per qualche minuto.
Unire la farina di mais, amalgamare e cuocere per qualche minuto sino ad ottenere on composto corposo e asciutto, simile alla polenta.
Versare un cucchiaio circa d’olio extravergine d’oliva, amalgamare con cura.
Oliare e infarinare con la farina di mais una teglia con bordo a cerniera, versare il miglio, distribuirlo uniformemente e livellare la superficie.
Cospargere la superficie con un velo di farina di mais e cuocere in forno caldo a 180° per 20 minuti circa.
A cottura, estrarre lo sformato e capovolgerlo su di una teglia foderata con carta forno, infornare per pochi minuti: si asciugherà la parte inferiore e si formerà una golosa e gustosa crosticina.
sformato di miglioSfornare far intiepidire e servire.
sformato di miglio
Buonissimo, morbido e avvolgente, la fragrante copertura offre un contrasto piacevole e gustoso.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Daria – Il Blog della Daria – Integralmente

Integralmente

 

 

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  • 113
  •  
  •  
  •  

16 risposte a “Sformato di miglio”

  1. londarmonica ha detto:

    Il dramma da me è che non riesco mai ad avanzare nulla, golosa sempre di tutto il cibo! L’unica cosa è invitare amici a mangiare assieme e con questi sformati che gran figurone che farei. Grazie!

    • Felicia ha detto:

      Anche a me capita spesso….. a volte cucino maggior quantità di risotto nella speranza di farne polpette con l’avanzo… invece non riesco mai!!!! Per questi sformati preparo apposta gli ingredienti, e spero avanzi lo sformato il giorno dopo per gustarlo freddo e riposato, troppo buono!!! Hai ragione sono piatti perfetti in caso di invitati, comodi e d’effetto 😉

  2. Daria ha detto:

    E’ proprio vero, questi sformati sono una goduria! Anche a me capita raramente di avanzare, però spesso preparo gli ingredienti appositamente…

    • Felicia ha detto:

      Come in questo caso preparo gli ingredienti proprio per lo sformato… è difficile avere avanzi, spero di avere avanzo di sformato….. mi piace tantissimo il giorno dopo. 🙂 Mi piace troppo la consistenza e il mix di sapori che si fondono. Buona giornata 🙂

  3. alicegrandi ha detto:

    Ricetta versatile e golosa…mi sa proprio che te la copierò quanto prima 😉 Grazie per l’ispirazione, un abbraccio!

  4. Elena ha detto:

    Ottima ricetta: ho cambiato il legume e la verdura ma ho mantenuto proporzioni e ricetta ed è venuto uno sformato buonissimo (servito con salsa ai cipollotti)…unico dubbio: l’operazione di sformatura per asciugare e croccare il fondo, a caldo è un po’ rischiosa…o no? ho avuto qualche problemino…

    • Felicia ha detto:

      Sono felice che ti sia piaciuta…. hai fatto benissimo a personalizzare la ricetta, il bello di questi sformati è proprio questo la possibilità di variare ogni volta gli ingredienti!!! spesso utili e comodi per smaltire qualche avanzo 😉 In effetti l’operazione di sformatura è delicata, io appoggio sulla superficie della teglia un foglio di carta forno e sopra una teglia dai bordi bassi e leggermente più larga di circonferenza, aiutandomi con un guanto forno giro il tutto. Con una mossa veloce si riesce a “ribaltare” lo sformato.
      Sempre con molta attenzione. Eventualmente puoi attendere qualche minuto per far intiepidire il tutto, oppure puoi semplimente evitare di far dorare il fondo dello sformato, sarà comunque buonissimo 🙂

  5. Elena ha detto:

    Ma c’è un metodo per ottenere fette così perfette? solo merito del coltello o della consistenza soda del tortino? grazie…

    • Felicia ha detto:

      Lo sformato deve essere tiepido e se hai un coltello a sega l’operazione riesce meglio. Con il coltello a sega riesci a tagliare la copertura senza problemi 🙂

  6. Francesca ha detto:

    È possibile farlo con le lenticchie

  7. ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

    Ciao Francesca, certo puoi farlo con le lenticchie, essendo più morbide degli azuki dovrai aumentare di poco la quantità di farina. Regolati in base alla consistenza e certa di tenere il miglio asciutto. Fammi sapere cone viene mi fa puacere.

  8. Francesca ha detto:

    È venuto ottimo con le lenticchie, grazie mille ☺️

  9. ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

    Sono felice ti sia piaciuto, è una preparazione molto versatile e puoi modificarla a tuo piacimento. Grazie per la condivisione 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.