Ott 9
2017

Il Castagnaccio sbagliato

Improvvisare in cucina dà sempre risultati sorprendenti… è il caso del Castagnaccio sbagliato, tanto da conquistarsi il podio e diventare il dolce più ricercato.

Tutto inizia per caso; una domenica mattina mi sveglio con una voglia: mangerei volentieri una fettina di castagnaccio…. e se non ricordo male dovrei avere in casa tutti gli ingredienti.
Il gioco è fatto, veloce da preparare….. mi metto all’opera.
Ma ecco che arrivano le note dolenti, gli ingredienti ci sono, ma sono insufficienti, niente paura, dopo un breve sopraluogo in dispensa si inventa e si trasforma il classico Castagnaccio nel Castagnaccio sbagliato.

Ingredienti:
150 gr di farina di castagne
50 gr di farina di cocco
50 gr di cacao amaro equo solidale
200 ml di latte di riso
350/400 ml di acqua gasata
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di pepe bianco
1/2 cucchiaino di noce moscata
mix di semi oleosi e frutta secca a piacere

Procedimento:
In una capace ciotola setacciate la farina di castagne e il cacao, aggiungete la farina di cocco e le spezie.
Unite il latte di riso e l’acqua versandola a filo e amalgamando per evitare la formazione di grumi.
Valutate la densità della pastella: deve risultare fluida, sollevando la frusta l’impasto colerà a nastro.
Assaggiate la pastella, il mix di spezie deve risultare equilibrato,  la nota pungente del pepe sarà percepita come nota finale.
Amalgamate e versate l’impasto in una teglia precedentemente oliata del diametro di 20 cm, (se utilizzate uno stampo in silicone potete evitare questo passaggio).
Completate cospargendo la superficie con un misto di semi oleosi e frutta secca a piacere.
Preriscaldate il forno a 180°C.
Infornate il Castagnaccio sbagliato per 20 minuti coprendo la superficie con un foglio di alluminio, al termine scoprite e proseguite per altri 15 minuti. Prima di sfornare controllate con uno stecchino e valutate la consistenza.


A differenza del Castagnaccio classico deve risultare morbido con l’effetto cioccolatoso.
Fate raffreddare completamente prima di gustarlo.

Buonissimo a temperatura ambiente oppure freddo, conservatelo tranquillamente in frigorifero e gustatelo freddo apprezzerete maggiormente le note speziate e il sapore cioccolatoso.

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

4 risposte a “Il Castagnaccio sbagliato”

  1. ricettevegolose ha detto:

    E’ proprio il caso in cui sbagliando s’impara, ottenendo un dolce anche più delizioso dell’originale 🙂 Complimenti Feli, lo proverò!

  2. Giulia ha detto:

    Ciao, un’altra ricetta strepitosa! buonissimo davvero, io ho fatto una mia aggiunta mettendo dei pezzetti di fichi secchi nell’impasto, visto che i miei alberi quest’anno hanno prodotto tantissimi fichi…grazie ancora…ho comprato anche il tuo libro e attingo a piene mani anche da lì!

    • ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

      Grazie Giulia mi fa piacere ti sia piaciuto…. È ogni variante e personalizzazione lo arricchiscono di gusto. Ottima la tua variante….golosa 😉
      Mi fa piacere che il libro ti sia piaciuto sono a tua disposizione in caso di chiarimenti. Un abbraccio. 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.