Nov 12
2018

Tenerina di castagne & cachi al doppio cioccolato

E’ davvero difficile descrivere questo dolce…

Il palato si inebria di mille sensazioni: la consistenza morbida e avvolgente, la dolcezza discreta della farina di castagne e dei cachi, l’amaro del cioccolato e il croccante della copertura, si fondono e si completano senza annullarsi.
Un dolce dal titolo lunghissimo e descrittivo, ma con un paio di difetti: la sua realizzazione è strettamente legata alla stagionalità e quindi… dovete assolutamente provarlo ora, questo è il momento perfetto; altro secondo difetto, da non sottovalutare, ve ne innamorerete e quando non sarà più possibile trovare i cachi*, lo desidererete, cercherete disperatamente di sostituire i cachi… ma purtroppo il risultato non vi soddisferà, il suo sapore pieno e goloso è dato proprio dal mix di ingredienti che si fondono ma non si annullano.
Provatelo… non ve ne pentirete

Ingredienti:
200 gr di farina di castagne
50 gr di farina di riso
400 gr di cachi
30 gr di cacao amaro
5 prugne disidratate e fatte rinvenire qualche ora.
50 gr di cioccolato fondente al 70%
200/250 ml di acqua gasata
1 bustina di cremor tartaro
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio

Ingredienti per la guarnizione:
Mandorle tritate a piacere
Zucchero di canna

Procedimento:
Lavate ed eliminate le parti di buccia rovinata dai cachi, tagliateli a pezzi e inseriteli nel boccale del frullatore ad immersione, aggiungete il cacao e le prugne, frullate sino ad ottenere una purea omogenea.
In una ciotola capiente, versate le farine, aggiungete la purea di cachi e mescolate.
Unite il cioccolato fondente e l’acqua necessaria per ottenere un composto morbido e corposo, potrebbe essere necessario variare di poco la quantità di acqua, oltre che dalle farine la variazione potrebbe dipendere anche dal grado di maturazione dei cachi.
Preriscaldate il forno a 180°C.
Aggiungete il cremor tartaro e il bicarbonato di sodio, versate in una teglia del diametro di 20 cm di diametro oliata o oliata e infarinata, dipende dal tipo di teglia che usate e infornate.
Cospargete sulla superficie un trito abbondante di mandorle e una leggera spolverata di zucchero di canna.
Infornate e cuocete per 20 minuti, aprite il forno e coprite il dolce con un foglio di alluminio, senza che venga a contatto con la Tenerina, proseguite la cottura per altri 30 minuti circa.
Prima di sfornare controllate la cottura, fate la prova stecchino, dovrà uscire asciutto, ma il dolce rimarrà morbido e cedevole.
Spegnete il forno, sfornate la tenerina e sformatela adagiandola su una teglia, fate raffreddare il dolce in forno con lo sportello aperto.
La Tenerina di castagne e cachi al doppio cioccolato, si gonfierà leggermente in cottura, ma poi cuocendo si abbasserà di qualche millimetro
Sfornate e servite.

Buonissimo a temperatura ambiente, la consistenza è simile ad un budino corposo o ad una cheesecake cotta quindi lo rende straordinario freddo.
Ponetelo in frigorifero e fatelo raffreddare, potrete gustare un dolce davvero unico dove i sapori si fondono, ma non si annullano.

Provatelo… raccontatemi le vostre sensazioni.

 

Aggiornamento: La Tenerina di castagne & cachi al doppio cioccolato ha conquistato tutti, ho avuto occasione di farla assaggiare ad amici ed è stata apprezzata, per questo motivo ho provato a congelare la purea di cachi.
Se volete realizzare la Tenerina di castagne & cachi al doppio cioccolato anche nei prossimi mesi, pesate 400 gr di cachi, frullateli e congelateli. Basterà scongelarli a temperatura ambiente, e inserirne una piccola quantità nel boccale del frullatore ad immersione aggiungere prugne e cacao e frullare, poi unire il tutto nella ciotola con gli ingredienti secchi insieme alla purea di cachi rimasta.
Procedete come da ricetta.
Il risultato è garantito.

 

 

 

  • 48
  •  
  •  
  • 1.3K
  •  
  •  
  •  

4 risposte a “Tenerina di castagne & cachi al doppio cioccolato”

  1. Giulia ha detto:

    Ciao, ho fatto questo dolce ed è venuto davvero buonissimo…ho fatto giusto qualche piccola modifica, mettendo datteri al posto delle prugne e anche senza cicccolato che non avevo…davvero una ricetta da salvare! è piaciuta a tutti…

  2. ledeliziedifeli ledeliziedifeli ha detto:

    Grazie Giulia, mi fa piacere che ti sia piaciuto, se può interessarti ho provato a congelare la purea di cachi, già pesata, l’ho scongelata a temperatura ambiente, è assolutamente perfetta per realizzare questo dolce, rimane inalterata stesso sapore e consistenza. In questo modo è possibile realizzare la Tenerina anche quando i cachi saranno finiti.

  3. Giulia ha detto:

    Grazie per il suggerimento, ora che i cachi maturano velocemente li congelerò per fare il dolce che è davvero super!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.